pagine  dedicate  a  Francesco  De  Gregori   -     unofficial website  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per chi è un appassionato della musica d'autore italiana, questo è davvero un libro da leggere tutto d'un fiato. Si fa divorare in poco tempo, vista la curiosità che scatena.

Che Guido sia anche un grande scrittore ce ne siamo accorti tutti da parecchio tempo ed "Essere basso" è stata la prova del nove di come sia dotato tecnicamente e della “buona penna” che si ritrova fra i polpastrelli.

Ha magnificamente saputo raccontare quarant'anni di musica leggera italiana attraverso le sue testimonianze di valente collaboratore, accanto ai mostri sacri della canzone d’autore.

Da navigato degregoriano, ovviamente le pagine dedicate a Francesco le conoscevo già; in passato abbastanza logorate comprese le orecchie agli angoli. Ma Guglielminetti non è solo De Gregori, per questo consiglio i suoi reportage (a volte spassosissimi, uguali al suo modo di essere) relativi alle esperienze musicali con grandissimi come Battisti (“Il mio canto libero”) o quelle con Fossati, delle quali una mi ha colpito in modo particolare: “Poco prima dell’aurora” del 1973, un capolavoro che oggi in pochi riuscirebbero a creare. Contiene perle come Apri le braccia, l’Africa, L’aurora, Prendi fiato e poi vai…. tutte, tutte, non bisogna perderne nemmeno una.

Guido racconta che Oscar Prudente, firmatario di parecchie musiche del disco, non aveva mai scritto una nota sul pentagramma, ma riusciva in modo magico a capire la musica e a farla capire agli altri attraverso gesti per indicarne la direzione utile; sentirla tanto da chiedere a un consumato turnista, senza nessuna vergogna, “io ce l’ho qui in testa e sulla chitarra, ma tu come la faresti?”. E’ un dono di natura che apparteneva solo a Dalla, De Gregori e a pochi eletti.

Ecco, quando gente come Prudente riesce a scrivere una canzone come “L’Africa” senza bisogno di accademia, ci troviamo di fronte a un vero musicista che le note le sente nell’anima, senza il bisogno di scrivere nulla. Ecco un passo che lo ricorda:

“Suonare il basso, per me, da allora in poi, non fu più la stessa cosa. Oscar Prudente mi rivelò un mondo completamente nuovo, mi resi conto veramente di cosa significasse “comunicare” con uno strumento musicale. Non ho mai abbandonato quel modo di pensare il basso.

Spesso, ancora adesso, quando devo inventare qualche “riff”, mi vedo di fronte Oscar che ballonzola come uno sciamano, rapito in chissà quale rituale magico, e allora credo di seguire le sue indicazioni.

Finora con successo! Grazie Oscar!”

Bravo Capobanda!

 

 

A Bisceglie Guido Guglielminetti, bassista e produttore di Francesco De Gregori, presenta il suo libro “Essere…basso - Piccole storie di musica”

 

 

TORINO - 12 Settembre h 18:00

Festa de L'Unita'

Sporting Dora-corso Umbria 83

 

BISCEGLIE  (BA) - 14 Settembre h 19:30

C/O Vecchie Segherie e altre storie

VIA PORTO,33

 

TREPUZZI (LE) - 15 Settembre

Piazza Municipio 

Aula consiliare - corso Garibaldi 20

 

 

MANDURIA (TA) - 16 Settembre h 20:30

Chiostro-ex convento delle Servite

Via Ludovico Omodei 28

 

 

 

 

AGROPOLI (SA)

17 Settembre h 21:00

via D'Annunzio

 

CAVA DEI TIRRENI (SA) - 18 Settembre

C/O Libreria/Bistrot Rodaviva

Via Montefusco, 1

 

GIUNGANO (SA) - 19 Settembre h 20:30

Sala Teatrale

 Via San Giuseppe

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
                     

 

 

 

 

 

 

 

I CONSIGLI DEL NOSTROMO

 

 

 

Francesco De Gregori. Mi puoi leggere fino a tardi

 

 

 

 

  contatori visite gratis